Peperoni: Proprietà e benefici

I peperoni sono belli da vedere, con quei colori solari e raggianti, e buonissimi da mangiare. Sia come primo che come contorno.

Tra le proprietà benefiche del peperone c’è sicuramente quella antiossidante, legandosi ai radicali liberi riesce a depurare il corpo dalle sostanze tossiche e quindi ad apportare un beneficio generale tenendo lontane le probabilità di incorrere in tumori e patologie cardiovascolari. Alcuni studi scientifici hanno quantificato una riduzione del 17% riguardo al rischio di tumori mammellari grazie al beta-carotene contenuto nei peperoni.
Per quanto riguarda le patologie cardiache, i peperoni abbassano il colesterolo LDL e aumentano l’HDL. In parole povere, abbassano quello cattivo e alzano quello buono con conseguenze estremamente benefiche per il cuore.
Essendo ricchi di carotenoidi, fanno bene alla vista e ne prevengono patologie degenerative.
I peperoni sono ricchi di acqua, ciò li rende ipocalorici e adatti ad un regime dietetico controllato, ma sopratutto stimolano la diuresi, sgonfiando il corpo dalla ritenzione idrica.
I peperoni, come altre verdure, sono ricchi di fibre e ciò ha azione benefica per l’apparato digerente e al tempo stesso aumenta il senso di sazietà rendendoli, ancora una volta, elemento prezioso per un regime alimentare ipocalorico.
I peperoni contengono una delle più alte concentrazioni di vitamina C, questo abbassa il rischio di insorgenza di patologie correlate, una su tutte è l’artrite.
Oltre alle vitamine, il carotene e il potassio, nella sua composizione troviamo la luteolina. Quest’ultima fondamentale per ritardare il normale invecchiamento delle cellule cerebrali con il conseguente miglioramento della memoria.

Il mito del peperone indigesto

La leggenda metropolitana vuole il peperone estremamente difficile da digerire.
Questo è dovuto a delle sostanze pesanti che si trovano nella sua buccia, nei semi e nella placenta.
Per rendere il tutto più digeribile è chiaro che basta spellarlo e privarlo di semi e placenta.
Anche tagliarlo in maniera orizzontali piuttosto che verticali è utile. Questo perché, in questo modo, si rompono i legami della cellulosa aiutando la circolazione intestinale.
Infine il metodo di cottura è basilare per una buona digestione.
Il peperone è un alimento leggero ma solo se cucinato al forno, bollito o alla griglia. Ovviamente se cucinato in un fritto pieno d’olio non solo perde le sue qualità benefiche, non solo diventa ipercalorico ma diviene anche molto pesante da digerire.


Lascia un commento e vota la ricetta

author
Di Tony
Ingredienti